AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L’ INDIVIDUAZIONE DI PROFESSIONISTI AI QUALI INVIARE RICHIESTA DI PREVENTIVO FINALIZZATA ALL’AFFIDAMENTO DIRETTO DEL SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO


AI SENSI DELL’ART. 1 CO. 2 LETT. A) DEL D.L. 76/2020 COSÌ COME CONVERTITO IN LEGGE SS.MM.II.

ISTITUTI RAGGRUPPATI

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA


AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L’ INDIVIDUAZIONE DI PROFESSIONISTI AI QUALI INVIARE RICHIESTA DI PREVENTIVO FINALIZZATA ALL’AFFIDAMENTO DIRETTO DEL SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO AI SENSI DELL’ART. 1 CO. 2 LETT. A) DEL D.L. 76/2020 COSÌ COME CONVERTITO IN LEGGE SS.MM.II.


Con il presente avviso si richiede ai professionisti interessati di manifestare il loro interesse a essere invitati alla richiesta di preventivi finalizzata all’affidamento diretto del servizio di supporto tecnico ai sensi dell’art. 1 co. 2 lett. a) del d.l. 76/2020 così come convertito in legge ss.mm.ii.


1 - Oggetto dell’affidamento 

Oggetto dell’affidamento sono le attività di:

    • coordinamento dei fornitori relativamente agli interventi di manutenzione del patrimonio immobiliare dell’Azienda all’interno degli Accordi quadro predisposti con i fornitori nonché per altri tipi di affidamento relativi a lavori;

    • gestione delle segnalazioni e delle richieste di intervento in raccordo con il Direttore anche attraverso sopralluoghi;

    • assistenza al Direttore negli adempimenti di natura tecnica e nella predisposizione di documentazione a supporto dell’azione amministrativa;

    • assistenza negli adempimenti informativi e rendicontativi richiesti in qualità di Azienda pubblica;

    • fornitura di pareri di congruità su preventivi.


Il Professionista affidatario del servizio dovrà:

    • prestare la propria opera usando la diligenza richiesta dalla natura dell'attività esercitata, dalle leggi e dalle norme deontologiche della professione. 

    • rispettare il segreto professionale non divulgando fatti o informazioni di cui è venuto a conoscenza in relazione all'espletamento dell'incarico; né degli stessi può fare uso, sia nel proprio che nell'altrui interesse.

    • garantire la presenza periodica presso gli uffici dell'Azienda in accordo con il Committente.

    • essere disponibile a sopralluoghi presso gli immobili di proprietà dell’Azienda con mezzi propri.

    • fornire pareri, valutazioni di congruità, analisi dei prezzi, relazioni entro 5 giorni lavorativi dalla richiesta.


2 - Durata dell’affidamento

La durata dell'affidamento è di 48 mesi a decorrere dal 01.01.2022.


3 - Importo dell’affidamento

L’importo stimato per l’intera durata dell’appalto, posto a base di gara e soggetto a ribasso è pari ad € 26.000,00 oltre iva e oneri previdenziali comprensivi di eventuali rimborsi spese.

Per il presente appalto non sono previsti rischi interferenziali di cui all’art. 26 comma 3, D. Lgs.81/2008; non è stato predisposto il DUVRI e l’importo per oneri della sicurezza da rischi di interferenza è pari a zero. 

4 – Modalità di valutazione dei preventivi

L’Amministrazione provvederà ad individuare il preventivo migliore sulla base degli elementi di valutazione che saranno indicati successivamente nella richiesta di preventivo.


5 - Requisiti per l’appaltatore

I requisiti di seguito descritti dovranno essere posseduti dall’operatore economico che risulterà affidatario a seguito di esame dei preventivi pervenuti.


Nella presente fase di indagine di mercato, l’operatore economico, mediante la compilazione del modello denominato “Richiesta di invito” dovrà soltanto dichiarare di essere interessato all’invito alla successiva fase di richiesta di preventivi. Di seguito si riportano comunque i requisiti che l’appaltatore dovrà possedere affinché possa essere stipulato il contratto con l’Amministrazione:


        5.1 - Requisiti generali 


            5.1.1 non trovarsi in alcuna delle cause di esclusione di cui all’art. 80 del D. Lgs. 50/2016                                        ss.mm.ii.;

            5.1.2 non trovarsi nella situazione prevista dall’art. 53, comma 16-ter, del d.lgs. del 2001 n. 165.


I requisiti generali di partecipazione dovranno essere posseduti, in caso di RTI/Consorzio ordinario/GEIE/rete di impresa, da ciascuna delle imprese facenti parte dell’operatore riunito.

In caso di affidamento consorzi di cui all’articolo 45 comma 2 lett. b) e c), i requisiti generali dovranno essere posseduti sia dal consorzio che da tutte le consorziate indicate quali esecutrici.


        5.2 - Requisiti di idoneità professionale ex art. 83 lett. a) del D. Lgs. 50/2016 ss.mm.ii.


            5.2.1 (se impresa italiana o straniera avente sede operativa e/o legale in Italia) essere iscritto al Registro delle Imprese presso la competente Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato per attività coerenti a quelle oggetto dell’appalto;

(se impresa straniera) essere in possesso di equivalente dichiarazione di iscrizione al registro professionale dello Stato di appartenenza; 

Inoltre

            5.2.2 Essere in possesso di iscrizione al collegio dei geometri, o all’albo degli architetti, degli ingegneri o dei periti industriali.


In caso di affidamento a RTI i requisiti di partecipazione di idoneità professionale dovranno essere posseduti da ciascuna delle imprese facenti parte il raggruppamento e, in caso di consorzi ex art. 45 comma 2 lett. b) e c), dovranno essere posseduti sia dal consorzio che dalle imprese indicate come esecutrici. 

Nel caso in cui a partecipare sia una società e non un professionista singolo il requisito di cui al punto 5.2.2 deve essere posseduto dal/i professionista/i della società indicato/i quale/i esecutore/i dell’appalto.


        5.3 - Requisiti di capacità tecniche e professionali ex art. 83 lett. c) del D. Lgs. 50/2016 ss.mm.ii.


Aver eseguito nell’ultimo triennio (2018 – 2019 - 2020) servizi analoghi a quelli oggetto dell’appalto svolti nei confronti di Enti pubblici per un importo complessivo di almeno € 6.500,00 oltre iva e oneri previdenziali comprensivi di eventuali rimborsi spese.


Nel caso di RTI i requisiti di capacità tecniche e professionali dovranno essere apportati ai sensi dell’articolo 48 del Codice, in caso di consorzi ex art. 45 comma 2 lett. b) e c), dovranno essere posseduti ai sensi dell’art. 47 del Codice. La mandataria dovrà comunque apportare i requisiti in misura maggioritaria. 


Art. 6 - Come richiedere di essere invitati alla richiesta di preventivi


Gli operatori economici che desiderano essere invitati alla successiva fase di richiesta preventivi dovranno compilare l’apposito modello denominato “Richiesta di invito” allegato al presente avviso, ed inviarlo tramite PEC a istitutiraggruppati@pec.it. Non saranno accettate richieste di invito inviate con altre modalità.


Il termine per la presentazione delle richieste di invito è fissato entro le ore 12:00 del giorno 6/12/2021.


La data di spedizione telematica è stabilita e comprovata dalla data e ora del provider mittente della casella di posta certificata.


Il modello “Richiesta di invito”, debitamente compilato con i dati dell’operatore economico dovrà essere firmato digitalmente dal titolare o legale rappresentante o procuratore dell’operatore economico che dichiara la volontà di essere invitato alla richiesta di preventivo.


Si fa presente che l’impresa che ha manifestato il proprio interesse a ricevere la richiesta di preventivo avrà la facoltà, ai sensi dell’art. 48, comma 11, del D. Lgs 50/2016 ss.mm.ii., di presentare il preventivo per sé o quale mandataria di operatore riunito secondo le modalità che saranno indicate nella richiesta di preventivo.


L’Amministrazione non prenderà in considerazione le richieste di invito presentate nel caso in cui il modello “Richiesta di invito”:

    • manchi;

    • non sia firmata digitalmente;

    • sia firmato digitalmente da una persona che non risulti dal modello stesso munita del potere di rappresentare il soggetto che presenta la richiesta di invito;

    • sia firmato digitalmente da persona diversa rispetto alla persona dichiarante, anche se entrambi muniti del potere di rappresentare il soggetto che presenta la richiesta di invito;


La presente procedura non è in alcun modo vincolante per l’Amministrazione che in qualsiasi momento potrà decidere di non procedere con l’invio della richiesta di preventivi per il servizio in oggetto.


7 - Il responsabile unico del procedimento

Il responsabile di procedimento è Dott. Giovanni Paci, telefono 0573 358147 fax. 0573 21369, giovanni.paci@istitutiraggruppati.eu. 


8 - Richieste di chiarimenti da parte degli operatori economici

Le eventuali richieste di chiarimenti dovranno essere inviate all’indirizzo di posta indicato al punto precedente. Non si fornirà risposta ai quesiti pervenuti con altre modalità.


9 - La richiesta di preventivi

La richiesta di preventivi verrà inviata da parte della Stazione Appaltante a seguito della scadenza dei termini previsti per l’indagine di mercato esclusivamente alla casella di posta elettronica indicata dal concorrente e sarà inoltre resa disponibile su START nell’area riservata all’affidamento in oggetto insieme alla restante documentazione relativa all’affidamento.


Il preventivo dovrà essere formulato dall’impresa e ricevuto dall’Amministrazione esclusivamente per mezzo del Sistema Telematico Acquisti Regionale della Toscana START accessibile all’indirizzo https://start.toscana.it/.


Al momento dell’invio della richiesta di preventivo gli operatori interessati dovranno essere iscritti sulla piattaforma START.


Per firmare digitalmente, ove richiesto, la documentazione, i titolari o legali rappresentanti o procuratori degli operatori economici che intendono partecipare all’appalto dovranno essere in possesso di un certificato qualificato di firma elettronica che, al momento della sottoscrizione, non risulti scaduto di validità ovvero non risulti revocato o sospeso. Ai sensi del Regolamento (UE) n. 910/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 luglio 2014, il certificato qualificato dovrà essere rilasciato da un prestatore di servizi fiduciari qualificati presente nella lista di fiducia (trustedlist) pubblicata dallo Stato membro in cui è stabilito.

Al fine di verificare la validità delle firme digitali e delle firme elettroniche qualificate basate su certificati rilasciati da tutti i soggetti autorizzati in Europa, la Commissione europea ha reso disponibile un'applicazione open source utilizzabile on line sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale nella sezione “Software di verifica”.

L’amministrazione utilizzerà tale applicazione per il riconoscimento e la verifica dei documenti informatici sottoscritti nei diversi Stati Membri della Comunità.


10 - Trattamento dei dati personali

Per la presentazione dell’offerta, nonché per la stipula del contratto con l’aggiudicatario, è richiesto ai concorrenti di fornire dati e informazioni, anche sotto forma documentale, che rientrano nell’ambito di applicazione del D.Lgs. 30.6.2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali (per brevità “Regolamento”).

Ai sensi e per gli effetti della suddetta normativa, all’Amministrazione compete l’obbligo di fornire alcune informazioni riguardanti il loro utilizzo.


10.1 – Finalità del trattamento

In relazione alle finalità del trattamento dei dati forniti si precisa che:

    • i dati inseriti nella “domanda di partecipazione”, nelle dichiarazioni integrative, nel “DGUE” e nell’offerta vengono acquisiti ai fini della partecipazione (in particolare ai fini dell’effettuazione della verifica dell’assenza dei motivi di esclusione, del possesso dei criteri di selezione individuati nel Bando di gara/Disciplinare) nonché dell’aggiudicazione e, comunque, in ottemperanza alle disposizioni normative vigenti;

    • i dati da fornire da parte del concorrente aggiudicatario vengono acquisiti, oltre che ai fini di cui sopra, anche ai fini della stipula e dell’esecuzione del contratto, compresi gli adempimenti contabili e il pagamento del corrispettivo contrattuale;

    • il trattamento è necessario per adempiere un obbligo legale al quale è soggetto il Titolare del trattamento.


10.2 – Modalità del trattamento dei dati

Il trattamento dei dati verrà effettuato dal personale dell’Amministrazione aggiudicatrice e da eventuali altri addetti, preventivamente individuati, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato mediante strumenti informatici e telematici idonei a memorizzarli, gestirli e trasmetterli. Tali dati potranno essere anche abbinati a quelli di altri soggetti in base a criteri qualitativi, quantitativi e temporali di volta in volta individuati.

10.3 – Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati

I dati potranno essere comunicati a:

    • soggetti anche esterni all'Amministrazione aggiudicatrice, i cui nominativi sono a disposizione degli interessati, facenti parte di Commissioni di valutazione e/o di verifica o collaudo che verranno di volta in volta costituite;

    • soggetti anche esterni all'Amministrazione aggiudicatrice, i cui nominativi sono a disposizione degli interessati, incaricati dalla stessa per lo svolgimento di attività di supporto al RUP;

    • altri concorrenti che facciano richiesta di accesso ai documenti di gara nei limiti consentiti dal D.Lgs. n. 50/2016, dalla legge n. 241/1990 e ss.mm.ii. e dalla L.R. n. 40/2009;

    • a soggetti, enti o autorità a cui la comunicazione si obbligatoria in forza di disposizioni di legge o di ordini delle autorità;

    • ad amministratori di sistema;

    • per esercitare i diritti del Titolare, ad esempio il diritto di difesa in giudizio.  

10.4 – Diritti del concorrente interessato

Relativamente ai suddetti dati, al concorrente, in qualità di interessato, vengono riconosciuti i diritti di cui agli artt. 15-22 del Regolamento.

La presentazione dell’offerta e la sottoscrizione del contratto da parte del concorrente attesta l’avvenuta presa visione delle modalità relative al trattamento dei dati personali, indicate nell’informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento.


10.5 – Titolare, responsabili e incaricati del trattamento dei dati

Titolare del trattamento dei dati è ISTITUTI RAGGRUPPATI - Azienda Pubblica di Servizi Alla Persona

Responsabile interno del trattamento dei dati è Giovanni Paci

Incaricati del trattamento dei dati sono i dipendenti di ISTITUTI RAGGRUPPATI - Azienda Pubblica di Servizi Alla Persona.  


10.6 – Periodo di conservazione dei dati

Quanto al periodo di conservazione dei dati si rinvia alle leggi in materia.  


10.7 – Natura del conferimento

Il conferimento dei dati ha natura facoltativa, tuttavia, il rifiuto di fornire i dati richiesti dall'Amministrazione aggiudicatrice determina l’impossibilità per l’operatore economico di partecipare alla procedura di gara.

Mediante la presentazione dell’offerta l’interessato manifesta il proprio consenso al trattamento dei dati personali, anche di categorie personali di cui all’art. 9 del Reg. 679/2016. 


10.8 – Dati sensibili e giudiziari

Di norma i dati forniti dagli operatori economici non rientrano nelle “categorie particolari di dati personali” di cui all’art. 9 Regolamento UE (vedi art. 22 comma 2 del D. Lgs. 10/08/2018, n. 101).

I “dati personali relativi a condanne penali e reati” di cui all’art. 10 Regolamento UE (vedi art. 22 comma 2 del D. Lgs. 10/08/2018, n. 101) sono trattati esclusivamente per valutare il possesso dei requisiti e delle qualità previsti dalla vigente normativa applicabile.

Con la sottoscrizione e l’invio della domanda di partecipazione e della propria offerta, il Fornitore acconsente espressamente al trattamento dei dati giudiziari necessari per la partecipazione al presente procedimento.


ATTENZIONE: Il Sistema Telematico di Acquisti Regionale della Toscana START utilizza la casella denominata noreply@start.toscana.it per inviare tutti i messaggi di posta elettronica. A tal fine i concorrenti sono tenuti a controllare che le mail inviate dal sistema non vengano respinte né trattate come Spam dal proprio sistema di posta elettronica e, in ogni caso, a verificare costantemente sul sistema la presenza di comunicazioni.