Il Festival ha visto la sua ultima edizione nell’anno 2016

pucc-1

Gli IstitutiRaggruppati di Pistoia sono da sempre impegnati a leggere e dare forza alle esigenze dei minori della città, intervenendo nella prevenzione e rimozione delle cause del disagio fisico, psichico, sociale della persona dall’età dell’infanzia a quella giovanile e promuovendo, in collaborazione con gli enti e le associazioni locali, attività culturali e progetti formativi destinati alla loro crescita morale ed etica.

Nel 2008, in sintonia con gli obiettivi statutari, gli Istituti Raggruppati hanno fortemente voluto e favorito la nascita di una manifestazione culturale destinata ai giovani, con l’intento di renderli protagonisti del discorso critico e avvicinarli alla produzione musicale e letteraria contemporanea, offrendo loro opere, esperienze e percorsi di conoscenza e di resistenza fondati sull’arte e sulla cultura.

Il festival Arca Puccini è diventato negli anni un appuntamento fisso per i giovani della nostra città, un’occasione di confronto, partecipazione e approfondimento che ospita musicisti, scrittori, artisti e intellettuali le cui opere sono inscrivibili, per sensibilità, intelligenza e narrazione, a un fil rouge tematico che cambia ogni anno ma che mantiene sempre il preciso obiettivo di fornire loro strumenti vari per una necessaria disobbedienza critica e civile per vivere e comprendere il nostro presente.

Nata come una rassegna musicale di giovani gruppi indipendenti provenienti da tutto il territorio nazionale, ma anche occasione per ospitare artisti affermati italiani e stranieri, Arca Puccini ha sperimentato dagli esordi una nuova forma di fruizione della musica dal vivo, offrendo al pubblico l’occasione di assistere (e ai musicisti di esibirsi) a un evento unico che si compone di brevi concerti alternati in un unico piano sequenza.
Abbiamo cercato di coinvolgere i più giovani in laboratori di vario tipo che stimolassero il loro senso critico in relazione alle arti e accendessero la loro volontà di espressione: i ragazzi di Casa in Piazzetta e tutti gli altri della città che si sono lasciati coinvolgere sono stati i veri protagonisti di questi anni di festival.
Infine, accanto alla riflessione musicale e all’attività laboratoriale, mossi dalle medesime urgenze, negli ultimi anni il festival ha innescato dei veri e propri percorsi di approfondimento culturale su specifici argomenti, poetiche ed esistenze letterarie: gli intrecci, le affinità e le divergenze tra est e ovest nella produzione culturale sono stati il tema dell’edizione 2011 di Arca Puccini, il ruolo della diversità nell’arte, a partire dal film Freaks, il fuoco dell’edizione 2012, le opere e le tracce lasciate da tre importanti artisti come lo scrittore David Foster Wallace, il regista Rainer Werner Fassbinder e il poeta Vladimir Majakovskij hanno invece inspirato le ultime tre edizioni del festival.

Fino al 2015 la direzione artistica del festival è stata a cura del progetto nevrosi, quest’anno mutato ed evoluto nell’associazione culturale The Year Punk Broke, con sede a Pistoia, che porta avanti in tutto il territorio nazionale iniziative di tipo culturale, sociale e artistico accomunate da un’idea forte di educazione intesa come fondamentale dimensione di raccordo tra cultura e morale, tra individuo e comunità.

Insistendo sulle relazioni e sulla partnership tra enti diversi, il festival Arca Puccini ha tracciato negli anni una rete quanto più salda e ampia tra gli Istituti Raggruppati, il Comune di Pistoia e i soggetti attivi nel dibattito e nella produzione culturale, oltre che realtà territoriali impegnate nell’intervento e nella promozione sociale, per prima l’Associazione Arcobaleno, che partecipa alla realizzazione del festival finanziando i laboratori artistici e musicali dei ragazzi di Casa in Piazzetta. Altre realtà coinvolte in questi anni sono l’Associazione Teatrale Pistoiese, il centro culturale il Funaro, il Teatro Moderno di Agliana, la libreria Lo spazio in via dell’Ospizio, Abythos, e numerose case editrici, produzioni, riviste ed etichette musicali con cui abbiamo innescato relazioni feconde e durature.

Salva

Edizioni Via del Vento

Ti è stato utile questo articolo?