AVVISO PUBBLICO PER L’INDIVIDUAZIONE DI UN’ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO INTERESSATA ALLA GESTIONE DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE PER ADOLESCENTI “CASA IN PIAZZETTA” DA REALIZZARSI PRESSO L’IMMOBILE POSTO IN PIAZZETTA SANTO STEFANO A PISTOIA – CIG ZC92491880

Al fine di attuare le finalità previste nello Statuto di Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona e favorire lo sviluppo delle attività di volontariato che, nel territorio comunale, concorrono al conseguimento di finalità di carattere sociale, civile e culturale contribuendo all’attuazione dei principi di libertà, giustizia e uguaglianza sanciti dalla Costituzione della Repubblica;

tenuto conto dell’importanza dell’attività di volontariato e delle motivazioni civiche che la contraddistinguono per la riuscita di progetti di sostegno ad adolescenti a rischio di marginalità sociale e di iniziative di prevenzione del disagio a supporto dell’attività professionale, che costituiscono un evidente valore aggiunto nonché di implementazione del capitale sociale della città;

preso atto della ricchezza del tessuto volontaristico tradizionalmente presente nella città di Pistoia e della necessità di sostenerne la diffusione e il consolidamento attraverso l’offerta di opportunità di impegno caratterizzate da continuità e qualità dell’attività svolta;

Visti

– il Dlgs 3 luglio 2017, n. 117 “Codice del Terzo settore, a norma dell’articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106”;

– la Legge 8 novembre 2000, n. 328 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”;

– la Legge regionale 24 febbraio 2005, n. 41 “Sistema integrato di interventi e servizi per la tutela dei diritti di cittadinanza sociale”;

– il Decreto Legislativo 19 aprile 2016 n. 50;

– la Delibera dell’Autorità Nazionale Anticorruzione n. 32 del 20 gennaio 2016 “Determinazione Linee guida per l’affidamento di servizi a enti del terzo settore e alle cooperative sociali”;

– lo Statuto di Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona.

In esecuzione della Deliberazione del Consiglio di Amministrazione N. 16 del 2 luglio 2018 e della Determinazione del Direttore n. 61 del 2 agosto 2018.

Con il seguente avviso si richiede alle Organizzazioni di Volontariato (Dlgs 3 luglio 2017, n. 117 e L.R. 28/1993 e s.m.i.) di manifestare interesse alla gestione di un Centro di aggregazione per adolescenti, a libero accesso, aperto ai giovani dai 14 ai 19 anni.

Tale Centro si propone come occasione di promozione e sviluppo di competenze relazionali e cognitive mediante l’offerta di occasioni di libera aggregazione e di attività strutturate e semi strutturate di tipo laboratoriale espressivo, culturale, manuale, artistico e musicale.

Istituti Raggruppati mettono a disposizione per le attività del Centro i propri locali così identificati e rappresentati nella mappa allegata:

porzione di fabbricato situato in Pistoia, Piazzetta Santo Stefano, identificata al C.E.U. del Comune di Pistoia foglio 223 particella 341 sub 43 e particella 342 sub 10, della superficie di mq 400 circa, composta da:

– porzione del fabbricato sito in Pistoia, Piazza S. Stefano n. 12 e n. 14, posto al piano terra con accesso dalla stessa piazza, della superficie di mq 200 circa, oltre cantine e soffitte di pertinenza. I locali sono destinati a cucina e sala da pranzo, laboratori per varie attività, sala insonorizzata per prove musicali, deposito di materiali, servizi igienici, allestiti a cura e spese della parte comodante;

– porzione del medesimo fabbricato sito in Pistoia, Piazza S. Stefano n. 17, piano terra, della superficie di mq 42, destinato a laboratorio di “ciclofficina”.

nonché le attrezzature e gli arredi interni con particolare riferimento alle attività musicali e al laboratorio denominato “ciclofficina”.

DURATA DEL PROGETTO

Il progetto avrà una durata di 21 mesi dal 15.09.2018 al 15.06.2020.

SOGGETTI AMMESSI

Il presente invito è rivolto alle organizzazioni di volontariato di cui all’art. 32 e seguenti del Dlgs 3 luglio 2017, n. 117, in possesso, alla data di presentazione della manifestazione d’interesse, dei seguenti requisiti generali:

a) non trovarsi in uno dei motivi di esclusione di cui all’art. 80 del D. Lgs. 80/2016

b) essere iscritte all’Albo regionale di cui all’art. 4 ex L.R.T. 28/93 e s.m.i. e non avere procedure di cancellazione in corso;

c) essere in regola con gli adempimenti in materia previdenziale, assistenziale e assicurativa nei confronti dell’eventuale personale dipendente e/o dei soci volontari;

d) impiegare personale volontario, qualificato come tale ai sensi dell’art. 17 del Dlgs 117/17, in misura prevalente rispetto al personale dipendente ai sensi dell’art. 39 del Dlgs 117/17.

I requisiti di ammissibilità dovranno essere posseduti per l’intera durata del progetto di gestione pena revoca dell’affidamento.

Con il soggetto aggiudicatario, entro trenta giorni dall’atto di aggiudicazione, sarà stipulata apposita convenzione coerente con i contenuti del presente avviso. Essa prevederà un finanziamento complessivo di euro 33.240,00 (trentatremiladuecentoquaranta/00) di cui:

– 5.540,00 (cinquemilacinquecentoquaranta/00) per l’anno 2018;

– 19.000,00 (diciannovemila/00) per l’anno 2019;

– 8.700,00 (ottomilasettecento/00) per l’anno 2020;

a titolo di parziale rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate così come previsto dall’art. 56 del Dlgs 3 luglio 2017, n. 117. Ogni altro onere relativo alle attività e all’immobile sarà a totale carico del soggetto aggiudicatario. L’aggiudicatario dovrà inoltre stipulare apposita e idonea polizza assicurativa per la responsabilità civile.

Le Organizzazioni interessate dovranno compilare e far pervenire nei termini sotto indicati il modulo allegato A nonché una dettagliata proposta progettuale per la gestione del Centro oggetto del presente avviso. Tale proposta dovrà evidenziare in particolare le modalità con cui il gestore condurrà le attività previste con piena autonomia organizzativa e gestionale, conformando le proprie attività a tutte le normative e disposizioni del settore, nazionali, regionali e comunali (vigenti o sopravvenute nell’arco della vigenza della convenzione) in particolare in materia di lavoro, di prevenzione degli infortuni, di igiene, di trattamento dei dati e privacy.

Il progetto dovrà contenere un’articolata pianificazione economica con esplicitazione del contributo proprio dell’organizzazione proponente alla copertura delle spese.

Nel progetto dovranno essere evidenziati obbligatoriamente gli elementi necessari alla valutazione da parte della Commissione così come indicati nel paragrafo successivo.

E’ concessa la possibilità di prendere visione dell’immobile previo appuntamento con gli uffici di Istituti Raggruppati A.P.S.P. tel. 0573358147 e-mail: info@istitutiraggruppati.eu.

SCELTA DEL SOGGETTO GESTORE

La gestione del Centro di aggregazione verrà aggiudicata a seguito di valutazione da parte di apposita commissione, composta da tre membri, nominata da Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona. I criteri di valutazione a cui farà riferimento la commissione, con attribuzione di punteggio fino a un massimo di 100 punti, sono i seguenti:

Qualità della proposta progettuale complessiva (punti 50) di cui:

– impostazione socio-psico-educativa del progetto e strumenti di integrazione e prevenzione (10)

– giorni e orari di apertura e utilizzo degli spazi (10)

– numero e qualità attività strutturate e non strutturate e loro durata (10)

– programmazione, sostenibilità economico-finanziaria e quota di cofinanziamento (10)

– qualità e quantità degli strumenti scientifici di monitoraggio e valutazione dei risultati (10)

Capacità gestionale e operativa dell’organizzazione (punti 50) di cui:

– numero di volontari e mezzi propri messi a disposizione del progetto (10)

– numero e qualità delle professionalità messe a disposizione dal progetto (10)

– esperienze pregresse nell’attività oggetto dell’avviso (10)

– presenza di partnership effettive formalizzate e con specificazione dei rispettivi contributi(10)

– qualità e affidabilità degli strumenti di rilevazione e rendicontazione dell’attività svolta incluse le presenze dei giovani e dei volontari (10)

La gestione del Centro sarà affidata all’organizzazione che otterrà il massimo del punteggio e almeno 60 punti.

SCADENZA

A pena di esclusione, il termine per la presentazione della manifestazione di interesse e della proposta progettuale è fissato per il giorno 3 settembre 2018 entro le ore 12.00.

Le associazioni di volontariato devono far pervenire a Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, Vicolo del Malconsiglio, 4 51100 Pistoia (PT), entro tale data, tramite raccomandata A/R o consegna a mano, un plico chiuso riportante la seguente dicitura:

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE PER ADOLESCENTI ‘CASA IN PIAZZETTA’ – CIG ZC92491880”.

Si fa presente che gli uffici di Istituti Raggruppati sono aperti dal Lunedì al Venerdì in orario mattutino dalle 9 alle 12 e dal Lunedì al Mercoledì in orario pomeridiano dalle 15 alle 17. Nel mese di Agosto resteranno chiusi dal 13 al 17.

Le manifestazioni di interesse pervenute oltre il termine di scadenza, non verranno accettate. Non fa fede il timbro postale.

La documentazione inviata dovrà contenere, a pena di esclusione, la manifestazione di interesse (allegato A) compilata e firmata dal legale rappresentante dell’Associazione di volontariato con allegata copia di un documento d’identità in corso di validità e la proposta progettuale di gestione.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste alla segreteria di Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, Vicolo del Malconsiglio, 4 51100 Pistoia (PT), Tel 0573 358147 – Fax 0573 21369, e-mail: info@istitutiraggruppati.eu.

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Per la presentazione dell’offerta progettuale, nonché per la stipula del contratto con l’aggiudicatario, è richiesto ai partecipanti di fornire dati e informazioni, anche sotto forma documentale, che rientrano nell’ambito di applicazione del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali (per brevità “Regolamento”).

Ai sensi e per gli effetti della suddetta normativa, all’Azienda compete l’obbligo di fornire alcune informazioni riguardanti il loro utilizzo.

Finalità del trattamento

In relazione alle finalità del trattamento dei dati forniti si precisa che:

– i dati inseriti nella domanda e nella proposta progettuale vengono acquisiti ai fini della partecipazione (in particolare ai fini dell’effettuazione della verifica dell’assenza dei motivi di esclusione, del possesso dei criteri di selezione individuati nell’avviso e, comunque, in ottemperanza alle disposizioni normative vigenti);

– i dati da fornire da parte del partecipante aggiudicatario vengono acquisiti, oltre che ai fini di cui sopra, anche ai fini della stipula e dell’esecuzione del contratto, compresi gli adempimenti contabili e il pagamento del corrispettivo contrattuale;

– il trattamento è necessario per adempiere un obbligo legale al quale è soggetto il Titolare del trattamento.

Modalità del trattamento dei dati

Il trattamento dei dati verrà effettuato dal personale dell’Azienda aggiudicatrice e da eventuali altri addetti, preventivamente individuati, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato mediante strumenti informatici e telematici idonei a memorizzarli, gestirli e trasmetterli. Tali dati potranno essere anche abbinati a quelli di altri soggetti in base a criteri qualitativi, quantitativi e temporali di volta in volta individuati.

Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati

I dati potranno essere comunicati a:

– soggetti anche esterni all’Azienda aggiudicatrice, i cui nominativi sono a disposizione degli interessati, facenti parte di Commissioni di valutazione e/o di verifica che verranno di volta in volta costituite;

– altri partecipanti che facciano richiesta di accesso ai documenti di gara nei limiti consentiti dal D.Lgs. n. 50/2016, dalla legge n. 241/1990 e ss.mm.ii. e dalla L.R. n. 40/2009;

– a soggetti, enti o autorità a cui la comunicazione sia obbligatoria in forza di disposizioni di legge o di ordini delle autorità;

– ad amministratori di sistema;

– per esercitare i diritti del Titolare, ad esempio il diritto di difesa in giudizio.

Diritti del concorrente interessato

Relativamente ai suddetti dati, al partecipante, in qualità di interessato, vengono riconosciuti i diritti di cui agli artt. 15-22 del Regolamento.

La presentazione della domanda e la sottoscrizione del contratto da parte del partecipante attesta l’avvenuta presa visione delle modalità relative al trattamento dei dati personali, indicate nell’informativa ai sensi ai sensi dell’art. 13 del Regolamento disponibile sul sito web aziendale: https://www.istitutiraggruppati.eu/informativa-sulla-privacy/.

Titolare, responsabili e incaricati del trattamento dei dati

Titolare del trattamento dei dati è ISTITUTI RAGGRUPPATI – Azienda Pubblica Di Servizi Alla Persona

Responsabile interno del trattamento dei dati è Giovanni Paci

Incaricati del trattamento dei dati sono i dipendenti di ISTITUTI RAGGRUPPATI – Azienda Pubblica Di Servizi Alla Persona.

Periodo di conservazione dei dati

I dati saranno conservati il tempo necessario per adempiere alle finalità di cui sopra e comunque per non oltre 10 anni dal termine della procedura di gara.

Natura del conferimento

Il conferimento dei dati ha natura facoltativa, tuttavia, il rifiuto di fornire i dati richiesti dall’Azienda aggiudicatrice determina l’impossibilità per l’operatore economico di partecipare alla procedura di gara.

Dati sensibili e giudiziari

Di norma i dati forniti dagli operatori economici non rientrano tra i dati classificabili come “sensibili”, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, lettera d) del Codice privacy, né nelle “categorie particolari di dati personali” di cui all’art. 9 Regolamento UE. I dati “giudiziari” di cui all’articolo 4, comma 1, lettera e) del Codice privacy e i “dati personali relativi a condanne penali e reati” di cui all’art. 10 Regolamento UE sono trattati esclusivamente per valutare il possesso dei requisiti e delle qualità previsti dalla vigente normativa applicabile.

Con la sottoscrizione e l’invio della domanda di partecipazione e della propria offerta, il contraente acconsente espressamente al trattamento dei dati giudiziari necessari per la partecipazione al presente procedimento.

COMUNICAZIONI DELL’AMMINISTRAZIONE, RESPONSABILITÀ DEL PROCEDIMENTO E ACCESSO AGLI ATTI

L’Azienda effettua le comunicazioni di cui all’art. 76 del Codice tramite PEC all’indirizzo di posta elettronica certificata indicato dal partecipante nella documentazione di gara.

Ai fini della presente gara ed ai sensi della L. 241/1990 il Responsabile Unico del Procedimento è Dott. Giovanni Paci, telefono 0573 358147 fax. 0573 21369, info@istitutiraggruppati.eu

In materia di accesso agli atti si applicano le disposizioni contenute nell’articolo 53 del Codice.

Le richieste di intervento sostitutivo ex art. 2 comma 9-ter della Legge 241 del 7 agosto 1990 devono essere presentate per iscritto ed indirizzate a info@istitutiraggruppati.eu.

AVVERTENZE

La presentazione della manifestazione d’interesse costituisce accettazione incondizionata delle clausole contenute nella documentazione relativa al presente avviso con rinuncia a ogni eccezione.

Per i richiedenti non devono sussistere le cause di esclusione di cui all’articolo 80 del D.Lgs. 50/2016.

L’Azienda si riserva la facoltà di non dare luogo all’affidamento o di prorogarne la data ove lo richiedano motivate esigenze, senza che i concorrenti possano avanzare alcuna pretesa al riguardo.

L’Azienda ha facoltà di non procedere all’affidamento se nessuna offerta risulti conveniente e idonea.

L’Azienda ha facoltà di procedere all’affidamento definitivo anche in presenza di una sola offerta conveniente e idonea.

L’Azienda si riserva la facoltà di non dar luogo all’affidamento ove lo richiedano motivate esigenze di interesse pubblico.

L’affidatario, ai sensi dell’art. 3 della L. n. 136/2010, al fine di assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari, è tenuto ad utilizzare, per tutti i movimenti finanziari relativi al presente affidamento, esclusivamente conti correnti bancari o postali dedicati, anche in via non esclusiva. Ai fini della tracciabilità dei flussi finanziari, il bonifico bancario o postale, ovvero gli altri strumenti di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, devono riportare, in relazione a ciascuna transazione posta in essere il Codice Identificativo di Gara (CIG).

Ti è stato utile questo articolo?
Facci sapere se questa informazione ti è stata utile. Questo ci aiuterà a migliorarci.
0
No0
AVVISO DI MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER L’ INDIVIDUAZIONE DI OPERATORI ECONOMICI PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA IN FAVORE DEGLI ISTITUTI RAGGRUPPATI AI SENSI DELL’ART. 36 COMMA 2 DEL D.LGS. N. 50/2016
Richiesta migliore offerta per revisione e aggiornamento della stima del costo di ricostruzione a nuovo e dell’opportunità di assicurazione per il ricorso vicini degli immobili di proprietà di Istituti Raggruppati – Azienda Pubblica di Servizi alla Persona. Aggiudicazione