AVVISO PUBBLICO PER L’INDIVIDUAZIONE DI UN’ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO / ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE PER ADOLESCENTI “CASA IN PIAZZETTA” DA REALIZZARSI PRESSO L’IMMOBILE POSTO IN PIAZZETTA SANTO STEFANO A PISTOIA

ART. 1 – OGGETTO DELLA SELEZIONE

Il presente avviso ha ad oggetto l’individuazione di un’organizzazione di volontariato o di un’associazione di promozione sociale finalizzata alla stipula di una convenzione di cui all’art. 56 del d.lgs. 3 luglio 2017, n. 117 per la gestione del centro di aggregazione per adolescenti “casa in piazzetta”.

Gli Istituti Raggruppati, in esecuzione della Deliberazione del Consiglio di Amministrazione N. 12 del 27/05/2020 e della Determinazione del Direttore n. 55 del 08/06/2020 intendono espletare la presente selezione ai sensi dell’art. 56 del D.lgs. 117/2017 (Codice del Terzo Settore).

Il ricorso a questa modalità di selezione risulta maggiormente favorevole rispetto al ricorso al mercato ponendosi l’obiettivo di attuare le finalità previste nello Statuto di Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona e favorire lo sviluppo delle attività di volontariato e promozione sociale che, nel territorio comunale, concorrono al conseguimento di finalità di carattere sociale, civile e culturale contribuendo all’attuazione dei principi di libertà, giustizia e uguaglianza sanciti dalla Costituzione della Repubblica.

Gli Istituti Raggruppati tengono conto dell’importanza dell’attività di volontariato e promozione sociale e delle motivazioni civiche che la contraddistinguono per la riuscita di progetti di sostegno ad adolescenti a rischio di marginalità sociale e di iniziative di prevenzione del disagio a supporto dell’attività professionale, che costituiscono un evidente valore aggiunto nonché di implementazione del capitale sociale della città.

Nella città di Pistoia è tradizionalmente presente un tessuto volontaristico a sostegno del quale si prende atto della necessità di sostenerne la diffusione e il consolidamento attraverso l’offerta di opportunità di impegno caratterizzate da continuità e qualità dell’attività svolta.

Lo svolgimento dell’attività sarà regolato da apposita convenzione che, in schema, è allegata al presente avviso.

L’Amministrazione procederà a rimborsare all’Associazione le spese sostenute, dietro puntuale rendicontazione da parte di quest’ultima fino a un massimo complessivo, per l’intera durata della convenzione, di euro 40.000,00 a copertura di tutte le spese necessarie per lo svolgimento dell’attività.

N.B. Non sono ammessi rimborsi spese forfettari. Il rimborso spese sarà erogato esclusivamente in relazione a quanto rendicontato e dimostrato tramite apposita documentazione allegata. Le spese ammissibili sono individuate all’interno dello schema di convenzione.

Ogni altro onere relativo alle attività e all’immobile sarà a totale carico del soggetto aggiudicatario.

L’Amministrazione non ha rilevato la sussistenza di oneri della sicurezza da rischi interferenziali, per cui il loro importo è pari a € 0 e non è stato predisposto il DUVRI.

Il servizio avrà una durata di 24 mesi decorrenti dal 1.9.2020 al 31.8.2022.

Amministrazione procedente: Istituti Raggruppati – Azienda Pubblica di Servizi alla Persona (Codice Fiscale 90014590476 – Partita IVA 01712070471) con sede in Pistoia, Vicolo del Malconsiglio, 4 – Tel 0573 358147 – Fax 0573 21369 – Sito istituzionale www.istitutiraggruppati.eu – PEC istitutiraggruppati@pec.it Responsabile del Procedimento Giovanni Paci email info@istitutiraggruppati.eu.

ART. 2 – NORMATIVA DI RIFERIMENTO

– il Dlgs 3 luglio 2017, n. 117 “Codice del Terzo settore, a norma dell’articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106”;

– la Legge 8 novembre 2000, n. 328 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”;

– la Legge regionale 24 febbraio 2005, n. 41 “Sistema integrato di interventi e servizi per la tutela dei diritti di cittadinanza sociale”;

– lo Statuto di Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona.

ART. 3 – SOGGETTI AMMESSI

Il presente invito è rivolto alle organizzazioni di volontariato e alle associazioni di promozione sociale di cui agli artt. 32 e 35 del Dlgs 3 luglio 2017, n. 117.

Le suddette Associazioni, qualora intendano partecipare alla presente selezione dovranno:

  1. essere in possesso di tutti i requisiti morali e di ordine generale per poter contrarre con le Pubbliche Amministrazioni nonché essere in regola con gli adempimenti in materia previdenziale, assistenziale e assicurativa nei confronti dell’eventuale personale dipendente e/o dei soci volontari mediante il rilascio delle dichiarazioni di cui all’ Allegato B.
  2. essere regolarmente iscritte da almeno sei mesi alla data di pubblicazione del presenteavviso al Registro Unico del Terzo Settore di cui all’articolo 45 del D.Lgs. 117/2017; fino alla sua istituzione, questo requisito si intende soddisfatto mediante iscrizione, da almeno sei mesi alla data di pubblicazione del presente avviso, all’Albo regionale – sezionale provinciale – delle Associazioni di Volontariato istituito ai sensi della legge n. 266/1991 e della legge regionale n. 28/1993 e al Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale ex Legge 383/2000 e Legge Regionale 42/2002);
  3. avere tra le proprie finalità statutarie le attività previste dal presente avviso.

Le associazioni di volontariato e di promozione sociale potranno partecipare alla selezione in forma singola o associata con altre associazioni di volontariato e/o di promozione sociale.

I requisiti di ammissibilità dovranno essere posseduti per l’intera durata del progetto di gestione pena revoca dell’affidamento.

ART. 4 – MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE

Le Associazioni interessate a partecipare alla selezione dovranno compilare e far pervenire a Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, Vicolo del Malconsiglio, 4 51100 Pistoia (PT), entro il giorno 26/6/2020 alle ore 12:00, pena la mancata ammissione alla presente selezione, direttamente o a mezzo posta o corriere espresso, un plico debitamente chiuso, firmato e timbrato sui lembi di chiusura, recante il nominativo dell’Associazione, con all’esterno la seguente dicitura: “Selezione riservata ad un’organizzazione di volontariato / associazione di promozione sociale ai sensi dell’art. 56 del D.lgs. 117/2017 per la gestione del centro di aggregazione per adolescenti “casa in piazzetta” da realizzarsi presso l’immobile posto in Piazzetta Santo Stefano a Pistoia”.

Si fa presente che gli uffici di Istituti Raggruppati sono aperti dal Lunedì al Venerdì in orario mattutino dalle 9 alle 12 e dal Lunedì al Martedì in orario pomeridiano dalle 15 alle 17.

Resta inteso che il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente, ove per qualsiasi motivo questo non giunga a destinazione in tempo utile.

N.B. La presentazione di un plico carente delle indicazioni sopra riportate, per cui non sia possibile garantirne la segretezza del contenuto e/o il mittente, comporterà la mancata ammissione alla presente selezione.

Nel plico dovranno essere inserite n. 2 buste (A e B) anch’esse debitamente chiuse, firmate e timbrate sui lembi di chiusura recante ciascuna l’indicazione se trattasi di busta “A” o “B”, a pena di esclusione dalla selezione.

La “Busta A” (tale dicitura dovrà essere indicata all’esterno della busta) dovrà contenere:

  1. l’istanza di partecipazione alla selezione redatta secondo l’allegato modello (Allegato A) sottoscritta dal legale rappresentante dell’Associazione; in caso di raggruppamento di associazioni, ciascuna associazione dovrà compilare la propria istanza di partecipazione farla sottoscrivere dal proprio legale rappresentante, con allegato il relativo documento d’identità;
  2. la dichiarazione del possesso dei requisiti di partecipazione resa dal legale rappresentante dell’associazione nonché ogni altra dichiarazione secondo quanto previsto nell’allegato schema di dichiarazione predisposto dall’Ufficio (Allegato B), sottoscritta dal legale rappresentante dell’Associazione con allegato il documento d’identità del sottoscrittore. Tale dichiarazione, in caso di partecipazione associata, dovrà essere resa da ciascuna associazione facente parte del raggruppamento, sottoscritta dal legale rappresentante di ciascuna, timbrato e con allegato il documento d’identità del sottoscrittore;
  3. copia dello statuto o atto costitutivo dell’associazione; in caso di partecipazione associata, tutte le associazioni dovranno allegare copia del proprio statuto.

La “Busta B” (tale dicitura dovrà essere indicata all’esterno della busta) dovrà contenere il progetto che dovrà consistere in una dettagliata relazione progettuale nella quale dovranno essere esplicitate analiticamente le proposte di attività/interventi e i programmi tenendo presente i criteri di valutazione come indicati al successivo art. 5: dovrà essere redatta in maniera analitica e articolata con puntuale e preciso riferimento agli elementi di valutazione in modo da consentire un’agevole valutazione da parte della Commissione.

La proposta progettuale dovrà essere formata da massimo n° 8 facciate formato A4, scritte con font Arial dimensione del carattere 20; nelle 8 facciate dovranno essere comprese relazione progettuale e ogni altro documento soggetto a valutazione in relazione ai criteri di valutazione di cui al successivo art. 5. Le pagine eccedenti il suddetto limite non saranno prese in considerazione dalla Commissione ai fini della valutazione.

Il progetto dovrà essere firmato, a pena di esclusione, dal rappresentante legale dell’Associazione partecipante e, in caso di raggruppamento, dovrà essere firmata da tutti i legali rappresentanti dei soggetti raggruppati.

ART. 5 – CRITERI DI SELEZIONE

La gestione del Centro di aggregazione verrà aggiudicata a seguito di valutazione di una proposta progettuale da parte di apposita commissione, composta da tre membri, nominata da Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona. I criteri di valutazione a cui farà riferimento la commissione, con attribuzione di punteggio fino a un massimo di 100 punti, sono i seguenti:

A) QUALITÀ DELLA PROPOSTA PROGETTUALE COMPLESSIVA (max punti 50) di cui:

– impostazione socio-psico-educativa del progetto e strumenti di integrazione e prevenzione (max punti 10)

– giorni e orari di apertura e utilizzo degli spazi (max punti 10)

– numero e qualità attività in presenza (max punti 5)

– numero e qualità attività a distanza (max punti 5)

– programmazione, sostenibilità economico-finanziaria e servizi aggiuntivi (max punti 10)

– qualità e quantità degli strumenti scientifici di monitoraggio e valutazione dei risultati (max punti 10)

B) CAPACITÀ GESTIONALE E OPERATIVA DELL’ORGANIZZAZIONE (max punti punti 50) di cui:

– numero di volontari e mezzi propri messi a disposizione del progetto compresi quelli per le attività a distanza (max punti 10)

– numero e qualità delle professionalità messe a disposizione dal progetto (max punti 10)

– esperienze pregresse dell’Associazione nell’attività oggetto dell’avviso (max punti 10)

– presenza e qualità di un piano di formazione del personale volontario impiegato (max punti 5)

– presenza di partnership effettive formalizzate e con specificazione dei rispettivi contributi nonché esplicitazione dei rapporti con la rete territoriale dei servizi sociali (max punti 10)

– qualità e affidabilità degli strumenti di rilevazione e rendicontazione dell’attività svolta incluse le presenze dei giovani e dei volontari (max punti 5)

Tale proposta dovrà evidenziare in particolare le modalità con cui il gestore condurrà le attività previste con piena autonomia organizzativa e gestionale, conformando le proprie attività a tutte le normative e disposizioni del settore, nazionali, regionali e comunali (vigenti o sopravvenute nell’arco della vigenza della convenzione) in particolare in materia di lavoro, di prevenzione degli infortuni, di igiene, di trattamento dei dati e privacy.

Nel progetto dovranno essere evidenziati obbligatoriamente gli elementi necessari alla valutazione da parte della Commissione così come indicati nel paragrafo precedente.

La Commissione attribuirà i punteggi relativi a ciascun parametro sopra indicato, attraverso la media dei coefficienti attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari.

Nel dettaglio si procede:

– al calcolo della media aritmetica dei valori compresi tra 0 ed 1 attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari ad ogni associazione per ogni parametro, sulla base della seguente corrispondenza:

GiudizioCoefficiente
Ottimo1
Molto Buono0,75
Buono0,50
Discreto0,25
Sufficiente0

– a trasformare la media dei valori attribuiti da parte di tutti i commissari in valori definitivi, riportando a 1 la media più alta ed assegnando ad ogni altra offerta un valore calcolato in proporzione alla media ottenuta;

– a moltiplicare il coefficiente definitivo così ottenuto per il punteggio massimo attribuibile per ciascun parametro.

Il punteggio finale di ciascun concorrente sarà dato dalla somma dei punteggi ottenuti per ciascun criterio di selezione, attribuiti con la metodologia sopra indicata.

È prevista una soglia di sbarramento pari a 51 punti al di sotto della quale la proposta progettuale presentata non potrà essere accettata. La gestione del Centro sarà affidata all’organizzazione che otterrà il punteggio più elevato e che sia di almeno 51 punti.

ART.6 – MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE

Le operazioni di selezione avranno inizio il giorno 3 luglio 2020 alle ore 10:00 in seduta pubblica presso la sede di Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona a Pistoia in Vicolo Malconsiglio 4 secondo piano. Dato il periodo di emergenza sanitaria, Istituti Raggruppati si riservano la possibilità di procedere all’esame della busta A tramite sistemi di videoconferenza da remoto nel caso in cui non vi sia la possibilità di realizzare in sicurezza la seduta pubblica

Sono ammessi a partecipare i legali rappresentanti delle associazioni concorrenti o i loro delegati, i quali dovranno essere muniti di specifica delega da consegnare prima dell’inizio della seduta.

Durante la seduta il Responsabile del Procedimento procederà a verificare la regolarità della documentazione contenuta nella “Busta A” e a siglarla su ogni pagina; successivamente provvederà a verificare la regolarità formale della documentazione contenuta nella “Busta B”. Qualora sia necessario sospendere la verifica della documentazione e convocare una nuova seduta, l’Amministrazione provvederà a comunicarne data e ora alle associazioni concorrenti.

Esperita la prima fase, la Commissione appositamente nominata, in seduta riservata o in più sedute riservate, provvederà a valutare le proposte progettuali contenute nella Busta B e ad attribuire i relativi punteggi con la metodologia sopra indicata.

L’ammissione (o la non ammissione) a questa seconda fase verrà comunicata ai partecipanti attraverso i canali previsti al successivo art. 10.

Sulla base del punteggio attribuito alle singole proposte con le modalità sopra specificate, sarà formata la graduatoria di merito per il convenzionamento.

È consentita l’integrazione documentale nell’ipotesi di mancanza o incompletezza dei documenti contenuti nella busta “A” previsti per la partecipazione alla presente selezione, fermo restando che l’integrazione non può riguardare condizioni pre-esistenti la data del termine per l’invio delle domande di partecipazione alla presente selezione. Relativamente al progetto presentato (Busta B), potranno essere richiesti, se del caso, chiarimenti diretti a precisarne i contenuti, ribadendo l’espresso divieto a modificare o arricchire la proposta originaria.

Saranno considerate cause di esclusione dalla presente procedura:

  • il recapito del plico oltre il termine ultimo del 26/06/2020 alle ore 12:00.
  • la presentazione di un plico carente delle indicazioni riportate al precedente articolo 4, per cui non sia possibile garantirne la segretezza del contenuto e/o il mittente;
  • il mancato possesso alla data di scadenza dell’avviso, delle condizioni e requisiti di partecipazione di cui al precedente art. 3;
  • l’inutile decorso del termine di integrazione documentale assegnato di cui al precedente capoverso;
  • la mancata sottoscrizione del Progetto contenuto nella busta B;
  • l’incompletezza del Progetto intesa come mancata trattazione di anche uno solo dei criteri di valutazione elencati al precedente articolo 3, per cui risulti un’offerta tecnica carente di un elemento essenziale richiesto dall’Amministrazione;
  • la presentazione di un Progetto non conforme ai requisiti minimi dell’attività previsti dallo schema di convenzione;
  • il mancato raggiungimento della soglia di almeno 51 punti previsto per il Progetto presentato.

L’associazione o il raggruppamento di associazioni che avrà raggiunto il punteggio più alto, almeno superiore a 51 punti, stipulerà specifica convenzione con gli istituti Raggruppati, il cui schema è allegato al presente avviso, previa verifica della corrispondenza fra le dichiarazioni rese ai sensi del DPR n. 445/2000 e la documentazione acquisita. In caso di parità di punteggio si procederà con sorteggio pubblico.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste alla segreteria di Istituti Raggruppati Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, Vicolo del Malconsiglio, 4 51100 Pistoia (PT), Tel 0573 358147 – Fax 0573 21369, e-mail: info@istitutiraggruppati.eu.

ART. 7 – SCHEMA DI CONVENZIONE

La concessione del rimborso spese rimarrà subordinata alla stipula di apposita convenzione secondo lo schema allegato al presente avviso. La convenzione avrà durata di due anni.

ART. 8 – NORME GENERALI

L’Amministrazione si riserva, in caso di mutate esigenze, di non procedere al convenzionamento senza che, in ragione di ciò, i soggetti partecipanti alla selezione possano vantare alcun diritto a qualsivoglia titolo, ivi compreso il risarcimento del danno subito e delle spese sostenute.

ART. 9 – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Per la presentazione dell’offerta progettuale, nonché per la sottoscrizione della convenzione con l’aggiudicatario, è richiesto ai partecipanti di fornire dati e informazioni, anche sotto forma documentale, che rientrano nell’ambito di applicazione del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali (per brevità “Regolamento”).

Ai sensi e per gli effetti della suddetta normativa, all’Azienda compete l’obbligo di fornire alcune informazioni riguardanti il loro utilizzo.

Finalità del trattamento

In relazione alle finalità del trattamento dei dati forniti si precisa che:

– i dati inseriti nella domanda e nella proposta progettuale vengono acquisiti ai fini della partecipazione (in particolare ai fini dell’effettuazione della verifica dell’assenza dei motivi di esclusione, del possesso dei criteri di selezione individuati nell’avviso e, comunque, in ottemperanza alle disposizioni normative vigenti);

– i dati da fornire da parte del partecipante aggiudicatario vengono acquisiti, oltre che ai fini di cui sopra, anche ai fini della stipula e dell’esecuzione del contratto, compresi gli adempimenti contabili e il pagamento del corrispettivo contrattuale;

– il trattamento è necessario per adempiere un obbligo legale al quale è soggetto il Titolare del trattamento.

Modalità del trattamento dei dati

Il trattamento dei dati verrà effettuato dal personale dell’Azienda aggiudicatrice e da eventuali altri addetti, preventivamente individuati, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato mediante strumenti informatici e telematici idonei a memorizzarli, gestirli e trasmetterli. Tali dati potranno essere anche abbinati a quelli di altri soggetti in base a criteri qualitativi, quantitativi e temporali di volta in volta individuati.

Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati

I dati potranno essere comunicati a:

– soggetti anche esterni all’Azienda aggiudicatrice, i cui nominativi sono a disposizione degli interessati, facenti parte di Commissioni di valutazione e/o di verifica che verranno di volta in volta costituite;

– altri partecipanti che facciano richiesta di accesso ai documenti di gara nei limiti consentiti dal D.Lgs. n. 50/2016, dalla legge n. 241/1990 e ss.mm.ii. e dalla L.R. n. 40/2009;

– a soggetti, enti o autorità a cui la comunicazione sia obbligatoria in forza di disposizioni di legge o di ordini delle autorità;

– ad amministratori di sistema;

– per esercitare i diritti del Titolare, ad esempio il diritto di difesa in giudizio.

Diritti del concorrente interessato

Relativamente ai suddetti dati, al partecipante, in qualità di interessato, vengono riconosciuti i diritti di cui agli artt. 15-22 del Regolamento.

La presentazione della domanda e la sottoscrizione del contratto da parte del partecipante attesta l’avvenuta presa visione delle modalità relative al trattamento dei dati personali, indicate nell’informativa ai sensi ai sensi dell’art. 13 del Regolamento disponibile sul sito web aziendale: https://www.istitutiraggruppati.eu/informativa-sulla-privacy/.

Titolare, responsabili e incaricati del trattamento dei dati

– Titolare del trattamento dei dati è ISTITUTI RAGGRUPPATI – Azienda Pubblica di Servizi Alla Persona

– Responsabile interno del trattamento dei dati è Giovanni Paci

– Incaricati del trattamento dei dati sono i dipendenti di ISTITUTI RAGGRUPPATI – Azienda Pubblica di Servizi Alla Persona.

Periodo di conservazione dei dati

I dati saranno conservati il tempo necessario per adempiere alle finalità di cui sopra e comunque per non oltre 10 anni dal termine della procedura di gara.

Natura del conferimento

Il conferimento dei dati ha natura facoltativa, tuttavia, il rifiuto di fornire i dati richiesti dall’Azienda aggiudicatrice determina l’impossibilità per l’operatore economico di partecipare alla procedura di gara.

Dati sensibili e giudiziari

Di norma i dati forniti dagli operatori economici non rientrano tra i dati classificabili come “sensibili”, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, lettera d) del Codice privacy, né nelle “categorie particolari di dati personali” di cui all’art. 9 Regolamento UE. I dati “giudiziari” di cui all’articolo 4, comma 1, lettera e) del Codice privacy e i “dati personali relativi a condanne penali e reati” di cui all’art. 10 Regolamento UE sono trattati esclusivamente per valutare il possesso dei requisiti e delle qualità previsti dalla vigente normativa applicabile.

Con la sottoscrizione e l’invio della domanda di partecipazione e della propria offerta, il contraente acconsente espressamente al trattamento dei dati giudiziari necessari per la partecipazione al presente procedimento.

ART. 10 – INFORMAZIONI, CHIARIMENTI E COMUNICAZIONI DELL’AMMINISTRAZIONE

Tutti i documenti relativi alla selezione, predisposti da Istituti Raggruppati, sono resi disponibili sul portale internet dell’Amministrazione all’indirizzo: www.istitutiraggruppati.eu.

Eventuali richieste di chiarimento dovranno pervenire per iscritto entro i 5 giorni antecedenti la data di scadenza fissata per la presentazione delle istanze e dei progetti, scrivendo all’indirizzo e-mail info@istitutiraggruppati.eu. I chiarimenti ed eventuali integrazioni e/o modifiche al presente avviso saranno pubblicati nel sito internet istituzionale di Istituti Raggruppati.

L’accesso agli atti è differito, in relazione alla documentazione presentata e alle proposte progettuali, fino all’emissione del provvedimento di individuazione dell’Associazione con la quale stipulare la convenzione.

Dopo l’apertura delle buste tutte le eventuali comunicazioni tra l’Amministrazione comunale e il soggetto partecipanti alla selezione, avverranno tramite mail o PEC. L’esito verrà altresì pubblicato sul sito istituzionale di Istituti Raggruppati.

Successivamente al provvedimento di individuazione dell’Associazione collocata al primo posto della selezione, si procederà alla stipula della convenzione nella forma di cui allo schema allegato al presente avviso. La convenzione viene stipulata in forma di scrittura privata.

Ai fini della presente gara ed ai sensi della L. 241/1990 il Responsabile del Procedimento è: Dott. Giovanni Paci, telefono 0573 358147 fax. 0573 21369, info@istitutiraggruppati.eu

ART. 11 – AVVERTENZE

La presentazione delle proposte progettuali costituisce accettazione incondizionata delle clausole contenute nella documentazione relativa al presente avviso con rinuncia a ogni eccezione.

I richiedenti dovranno possedere i requisiti descritti all’interno del presente avviso.

L’Azienda si riserva la facoltà di non dare luogo all’affidamento o di prorogarne la data ove lo richiedano motivate esigenze, senza che i concorrenti possano avanzare alcuna pretesa al riguardo.

L’Azienda ha facoltà di non procedere all’affidamento se nessuna offerta risulti idonea.

L’Azienda ha facoltà di procedere all’affidamento definitivo anche in presenza di una sola offerta idonea.

L’Azienda si riserva la facoltà di non dar luogo all’affidamento ove lo richiedano motivate esigenze di interesse pubblico.

L’affidatario, ai sensi dell’art. 3 della L. n. 136/2010, al fine di assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari, è tenuto ad utilizzare, per tutti i movimenti finanziari relativi al presente affidamento, esclusivamente conti correnti bancari o postali dedicati, anche in via non esclusiva.

Allegato A: Istanza di partecipazione

Allegato B: Dichiarazione possesso dei requisiti

Il Responsabile del Procedimento

Dott. Giovanni Paci

Quanto ti è stato utile questo articolo?

Valutazione media 0 / 5. Vote count: 0

Non ci sono ancora valutazioni! Sii il primo a valutare questo articolo.

Se hai trovato questo articolo utile...

Seguici sui social!

Ci dispiace che questo articolo non sia stato utile.

Aiutaci a migliorare

Facci sapere come possiamo migliorare

Informazioni ex Legge 190/2012
RICHIESTA DI PREVENTIVI FINALIZZATA ALL’AFFIDAMENTO DIRETTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DI ISTITUTI RAGGRUPPATI - AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA SITUATA IN PISTOIA VICOLO MALCONSIGLIO 4 SECONDO PIANO