AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILE DI PROPRIETA’ DELL’AZIENDA N° 01/2018

AVVISO PER RICEVERE DOMANDE DI INVITO PER L’INDIVIDUAZIONE DI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE ALLA GARA UFFICIOSA PER LA VENDITA DELL’IMMOBILE SITUATO ALL’INTERNO DEL PODERE DENOMINATO “BONICOLE” NEL COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE (PT), LOCALITÀ CASALGUIDI, VIA PROVINCIALE MONTALBANO N. 770, ED IDENTIFICATI AL CATASTO TERRENI DI DETTO COMUNE AL FOGLIO 47, PARTICELLA 57 (FABBRICATO) E AL FOGLIO 47 PARTICELLE 38, 55, 56, 58, 167, 169 (TERRENO)

1 – Oggetto dell’avviso

Con il presente avviso, in esecuzione della determinazione del Direttore n. 37 del 24/05/2018, si manifesta la volontà della scrivente Azienda di procedere alla vendita del seguente immobile e dei terreni annessi in un unico lotto:

Ubicazione immobile

Tipo immobile

Dati catastali

Prezzo a base di gara

Podere Bonicole, Serravalle P.se

Fabbricato rurale

C.T. Foglio 47 part. 57

295.597,50

Podere Bonicole, Serravalle P.se

Terreno

C.T. Foglio 47 part. 38, 55, 56, 58, 167, 169

Il suddetto immobile e i terreni ammessi sono inseriti nel Piano delle Alienazioni e di Valorizzazione del Patrimonio dell’Azienda e il valore è stato stimato con perizia del geom. Costantino Melani, reperibile sul portale dell’Azienda al seguente link https://www.istitutiraggruppati.eu/avviso-bonicole/ insieme a tutta la restante documentazione predisposta dall’Azienda.

Gli immobili sopra descritti vengono alienati a corpo e non a misura, nello stato di fatto e diritto in cui si trovano, compresi eventuali oneri attivi e passivi, servitù continue e discontinue, apparenti e non apparenti. Non vi sarà luogo ad azione per lesione, né ad aumento o diminuzione di prezzo, per qualunque errore materiale nella descrizione dei beni posti in vendita o nella determinazione del prezzo, nell’indicazione della superficie, dei confini, numeri di mappa e coerenze e per qualunque differenza. L’Azienda non assume altra obbligazione o garanzia, se non per il fatto di sofferta evizione, nel qual caso il compenso spettante al compratore sarà limitato al puro rimborso del prezzo corrisposto e delle spese contrattuali. Ove l’evizione fosse parziale, il compratore non avrà diritto che al rimborso della quota di prezzo e di spese corrispondente alla parte evitta, escluso qualsiasi altro maggiore o accessorio compenso.

In riferimento a tutti gli impianti tecnologici esistenti sugli immobili oggetto del presente avviso, sarà l’aggiudicatario a provvedere, ove necessario, all’adeguamento degli stessi e a dotarli delle dichiarazioni di conformità e di rispondenza, rinunciando a qualsiasi garanzia della parte alienante sulla conformità dei medesimi alla normativa vigente in materia di sicurezza. Di tale onere si è tenuto conto in sede di determinazione del prezzo posto a base di gara.

Eventuali operazioni catastali e urbanistiche necessarie ai fini della stipula dell’atto di vendita, saranno a totale carico e spese dell’aggiudicatario. Anche di tale onere si è tenuto conto in sede di determinazione del prezzo posto a base di gara.

Per l’immobile in oggetto è in corso la verifica di interesse culturale, prevista dall’articolo 12 del D.Lgs. n° 42/2004. Nel caso in cui la verifica dia esito positivo, nelle more del rilascio dell’autorizzazione da parte del Ministero per i beni e le attività culturali alla vendita dello stesso, la designazione del contraente non potrà ritenersi definitiva in quanto resta condizionata al rilascio di tale autorizzazione. Nel caso in cui il citato Ministero non rilasci l’autorizzazione alla vendita, il contraente provvisorio decadrà da ogni diritto.

Con il presente avviso si richiede altresì agli operatori economici interessati all’acquisto di presentare domanda di invito a partecipare alla successiva gara ufficiosa indetta dalla scrivente Azienda.

2 – Stima del prezzo dell’immobile e dei terreni

Il prezzo totale stimato di entrambi i beni oggetto di vendita è pari a € 295.597,50.

Ai sensi dell’articolo 4 co. 3 del Regolamento per la vendita di beni immobili di proprietà dell’Azienda (approvato con Deliberazione del CdA n° 50 del 28/12/2017), in prima istanza i beni in questione non potranno essere venduti ad un prezzo inferiore al 40% del valore di stima.

3 – Requisiti di partecipazione

I requisiti di seguito descritti devono essere posseduti dagli operatori che presentano domanda per essere invitati e che invieranno l’offerta e dovranno essere dichiarati in fase di invio dell’offerta alla successiva trattativa privata:

  1. Non trovarsi in stato di interdizione giudiziale, legale (fra cui l’incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione) o di inabilitazione;

  2. Non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta, di concordato preventivo o sottoposta a procedure concorsuali o a qualunque altra procedura che denoti lo stato di insolvenza o la cessazione dell’attività e non è destinataria di provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al D.Lgs. 231/2001;

  3. Non avere in corso nei propri confronti procedimenti per la dichiarazione di una delle situazioni di cui alle precedenti lettere a) e b);

  4. Non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella di altro Stato;

  5. Non sussistenza delle cause di divieto, di decadenza o di sospensione previste dall’art. 67 del D.Lgs. n. 159/2011 e successive modificazioni ed integrazioni nei confronti dei soggetti indicati nell’art. 85 del D.Lgs. n. 159/2011 e ss.mm.ii.;

  6. Non sussistenza di condanne penali e non essere destinatari di provvedimenti che riguardino l’applicazione di misure di sicurezza e di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa;

  7. Non essere a conoscenza di essere sottoposti a procedimenti penali.

Saranno ammesse offerte per procura e anche per persona da nominare, ai sensi dell’art. 1401 e seguenti del Codice Civile.

Le procure dovranno essere speciali, conferite per atto notarile (atto pubblico o scrittura privata con firma autenticata da notaio) e, salvo che siano iscritte nel registro delle Imprese, dovranno essere trasmesse all’Azienda in originale o copia autentica, con le modalità specificate nella Lettera d’invito.

Saranno ammesse offerte cumulative in relazione al medesimo lotto, cioè presentate da parte di due o più concorrenti o a nome di più persone; in tal caso l’alienazione avverrà in comunione indivisa a favore degli aggiudicatari.

4- Come presentare la Domanda di invito

La Domanda di invito dovrà pervenire presso gli Istituti Raggruppati Vicolo Malconsiglio 4 Pistoia. entro e non oltre le ore 12 del giorno 25 giugno 2018, in un plico chiuso e sigillato (dovrà quindi essere apposto un timbro, impronta o firma sui lembi di chiusura del plico medesimo tale da confermare l’autenticità della chiusura originaria proveniente dal mittente ed escludere così qualsiasi possibilità di manomissione del contenuto), sul quale plico dovrà apporsi l’esatta denominazione del mittente e la seguente dicitura:

NON APRIRE. CONTIENE LA DOMANDA DI INVITO ALLA VENDITA N° 01/2018”

Il plico potrà essere consegnato a mano ovvero spedito tramite corriere o a mezzo servizio postale. A prescindere dalle modalità di inoltro, si precisa che il termine di cui sopra è da considerarsi perentorio (cioè a pena di non ammissione alla fase di trattativa privata), non assumendosi l’Azienda alcuna responsabilità ove il plico stesso, anche se per cause di forza maggiore, giunga all’Ufficio dell’Azienda oltre il detto termine. Si specifica che, al riguardo, faranno fede unicamente la data e l’ora di arrivo apposti sul plico da parte dell’Ufficio dell’Azienda all’atto del ricevimento.

L’Ufficio dell’Azienda osserva il seguente orario:

da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00

I plichi, con qualsiasi mezzo pervenuti, presentati successivamente alla scadenza del termine suddetto, non saranno pertanto ritenuti validi ed i relativi concorrenti non saranno invitati alla successiva trattativa privata.

All’interno del plico dovranno essere inseriti i seguenti documenti, tutti in lingua italiana o accompagnati da traduzione in lingua italiana redatta a spese dell’offerente:

– Domanda di invito, redatta compilando il modello “Allegato A – Domanda di Invito” messo a disposizione dall’Azienda, datata e sottoscritta con firma autografa non autenticata dall’offerente o dal legale rappresentante (se trattasi di società) o da altra persona avente i poteri di impegnare l’offerente. Nel caso in cui la domanda di invito sia sottoscritta da un procuratore, vanno indicate anche le generalità e il codice fiscale di tale procuratore. La domanda dovrà altresì indicare un domicilio, se diverso dalla residenza/sede legale e l’indirizzo PEC a cui saranno trasmesse la Lettera d’invito e le comunicazioni relative alla procedura di vendita;

– Fotocopia di documento di identità del sottoscrittore della domanda di cui al precedente punto;

– (ove necessario e salvo che sia iscritta nel registro delle imprese) procura speciale in originale o copia autenticata.

Scaduti i termini per presentare la domanda di invito, l’Azienda provvederà a invitare tutti gli operatori economici che hanno presentato la suddetta domanda correttamente, nei termini indicati dal presente avviso.

5 – Il responsabile unico del procedimento

Il responsabile di procedimento è Giovanni Paci, telefono 0573 358147 fax. 0573 21369, e-mail info@istitutiraggruppati.eu.

6 – Documentazione utile e richieste di chiarimenti da parte degli operatori economici

Tutti gli atti amministrativi, le Deliberazioni e le Determinazioni, menzionati nel presente avviso sono liberamente consultabili sul sito internet dell’Azienda all’indirizzo https://www.istitutiraggruppati.eu/avviso-bonicole/

Eventuali quesiti inerenti la presente procedura potranno essere inviati entro il giorno 11/06/2018 ore 13 via e-mail all’indirizzo info@istitutiraggruppati.eu.

Se di interesse generale, le risposte ai quesiti saranno pubblicate entro il giorno 15/06/2018 sul sito internet www.istitutiraggruppati.eu nella pagina della presente asta.

7 – La lettera d’invito

La lettera d’ invito verrà inviata da parte dell’Azienda a seguito della scadenza del termine previsto per presentare la domanda di invito, nel rispetto delle tempistiche massime previste dall’articolo 14 del Regolamento per la vendita di beni immobili di proprietà dell’Azienda .

La Lettera d’invito sarà inviata esclusivamente via PEC alla casella di posta elettronica certificata indicata dal concorrente all’interno della domanda di invito.

La lettera d’invito conterrà le indicazioni per presentare offerta e di tutta la modulistica che dovrà essere presentata, oltre che le condizioni di aggiudicazione e per la stipula del contratto.

8 – Privacy

Il concorrente, con la partecipazione, consente il trattamento dei propri dati, anche personali, ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679, limitatamente alle esigenze connesse alla presente procedura, come da dichiarazione che dovrà essere rilasciata nel modulo “Allegato A – Domanda di invito”.

9 – Pubblicità

Copia del presente avviso, priva di allegati viene inviata in data odierna, per l’affissione, all’Albo Pretorio del Comune di Pistoia e a quello di Serravalle Pistoiese.

Il testo completo del presente avviso è altresì disponibile insieme agli allegati sul sito Internet https://www.istitutiraggruppati.eu/avviso-bonicole/

10 – Disposizioni finali

Il presente avviso di vendita non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell’articolo 1336 del Codice Civile, né sollecitazione all’investimento ai sensi degli articoli 94 e ss. del D.Lgs. n° 58/1998.

Il mancato rispetto delle condizioni contenute nel presente avviso di vendita costituisce causa di esclusione dalla procedura e il mancato invio della lettera d’invito alla successiva trattativa privata.

Il presente avviso e l’intera procedura sono regolati dalla legge italiana e per ogni eventuale controversia a essi attinente sarà competente, in via esclusiva, il Tar Toscana.

Si applicano gli articoli 353 e 354 del Codice Penale contro chiunque, con violenza o minaccia o con doni, promesse, collusioni o altri mezzi fraudolenti, impedisse o turbasse la procedura, ovvero ne allontanasse gli offerenti e contro chiunque si astenesse dal concorrere per denaro o per altra utilità a lui o ad altri data o promessa.

Pistoia, 24 maggio 2018

Il Responsabile Unico del Procedimento

Dott. Giovanni Paci

Ti è stato utile questo articolo?
Facci sapere se questa informazione ti è stata utile. Questo ci aiuterà a migliorarci.
0
No0
LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DELLA CENTRALE TERMICA DELLA SCUOLA G. MARCONI DI PISTOIA CON FORNITURA DI NUOVI GRUPPI TERMICI AD ALTO RENDIMENTO E TRASFORMAZIONE A VASO DI ESPANSIONE CHIUSO CON INSERZIONE DI ACCORGIMENTI TECNICI TESI AL MIGLIORAMENTO DEL RISPARMIO ENERGETICO E LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE IMPIANTO ELETTRICO IN FUNZIONE DELLA NUOVA CONFIGURAZIONE DELLA CENTRALE TERMICA. CUP. J55B18000250005 – CIG. 7527497F05
Richiesta migliore offerta per la progettazione definitiva ed esecutiva dell’impianto termico della Scuola G. Marconi di Pistoia - Aggiudicazione